Quota di partenza: 1535 m

Quota di arrivo: 2180 m

Lunghezza del sentiero: 8 km A/R

Tempo di percorrenza comprese le soste: 5,5 ore

Dislivello: 640 m

Percorso categoria: E

Il punto di partenza è Piano Ruggio, pianoro carsico nel cuore del Parco, dal quale si raggiunge il Belvedere del Malvento, terrazzo panoramico utilizzato in passato come stazione della teleferica per il trasporto del legname. Dal Belvedere è possibile vedere la piana di Castrovillari, il Mar Ionio e i costoni rocciosi della Serra del Prete dove sono localizzati alcuni esemplari di Pino Loricato. Sui costoni non è difficile scorgere scoiattoli meridionali che si arrampicano sui pini e sulle rocce e grossi rapaci (Nibbi e Poiane) che volteggiano sulle calde correnti ascensionali. Sulla cima della Serra del Prete troviamo numerose specie di uccelli di piccole dimensioni (allodole, saltimpali, tordi, quaglie, ecc.), qualche Lepre e il Corvo Imperiale. Dalla cima di Serra del Prete si gode un panorama grandioso sui Piani di Pollino e sulle altre cime del massiccio centrale che superano i 2000 m fornendo una veduta d’insieme del cuore del Parco.