Quota di partenza: 890 m

Quota di arrivo: 990 m

Lunghezza del sentiero: 2,70 km

Dislivello: 100 m

Tempo di percorrenza comprese le soste: 1,5 ore

Percorso categoria: T (itinerario per tutti)

L’itinerario parte dalla SS 104 Sapri-Ionio in localtà Fraccia, nel Comune di Latronico. Un cartello, nei pressi di una rampa asfaltata, ci indica “Fossile di Istioforide”. Il primo tratto di strada conduce a una piazzola, in prossimità della quale si trova un secondo cartello “Sentiero Noi come l’acqua”; si imbocca il sentiero e dopo poche decine di metri si raggiunge la placca rocciosa, in località Solarino di Iannazzo, a circa 990 m slm, dove si trova il fossile di Istiophoridae.

La sagoma mostra una sezione sagittale, che si sviluppa in senso antero-posteriore per circa 235 cm e in senso dorso-ventrale per circa 95 cm. Il fossile sembra appartenere a un Istiophoridae, molto probabilmente del genere Makaira conosciuto dai pescatori con il nome di marlin azzurro (lo stesso tipo di quello reso famoso da Ernest Hemingway nel racconto “Il vecchio e il mare”), tipico delle acque tropicali, sub tropicali e temperate di tutto il mondo. Questo fossile segnalato per la prima volta da Ortolani nel 1982 (comunicazione verbale “pesce fossile”) e successivamente da Taddei e Siano (1992: cfr xifide), risale a oltre 10 milioni di anni fa. Esso costituisce una preziosa testimonianza di un ambiente marino miocenico particolare.

 

 

Dopo la visita, si ritorna indietro fino a riprendere la strada principale che riporta sulla SS 104.